CHI SONO

La maternità mi ha aiutata a conoscermi nel profondo!
Mettendomi in ascolto della piccola creatura che cresceva dentro di me, ho imparato a capire meglio anche i miei bisogni e desideri.

Adesso ho deciso di seguirli e di cambiare.

Ciao! Sono Micaela e sono una mamma, una moglie, una figlia, una donna che attraverso e, grazie all’ esperienza della gravidanza, è rinata e ha ripreso a vivere a pieni polmoni. Sono una puericultrice in formazione, creo le dinamiche per il giusto supporto alla genitorialità, favorisco e promuovo il bonding.
Proprio così, prima ero come assopita e parecchio insoddisfatta perché c’era qualcosa che mi andava stretto, ma soprattutto perché non ero pienamente appagata dal lavoro che stavo facendo.
Non mi bastava più.

Supporto alla genitorialità: da mamma a puericultrice “to be”

E poi è arrivato Federico a stravolgere la mia routine e ad illuminare in maniera così chiara quale dovesse essere la strada da intraprendere: mi sarei dovuta occupare dei bambini e dedicarmi a loro oltre che al supporto della genitorialità attraverso la valorizzazione naturale delle competenze genitoriali. Senza dimenticare il sostegno alla coppia nel percorso di crescita verso la genitorialità.

Il mio desiderio è quello di sostenere e accompagnare i genitori in una delle fasi più delicate e cariche di emozioni di tutta la loro vita. Fase che non si limita ai 9 mesi di attesa, ma va oltre, ed è importantissimo promuovere la relazione della diade e della triade.

Come? In particolare modo attraverso :

  • contatto
  • canto
  • consapevolezza
  • presenza
  • linguaggio della pelle

Supporto alla genitorialità e babywearing

Il babywearing entra in gioco proprio in questo momento, quello del primissimo post parto, quello in cui mamma e bambino devono conoscersi e accompagnarsi rispettivamente all’interno di un nuovo mondo.
Il mio percorso di formazione in ambito materno-infantile, e poi di supporto alla genitorialità, ha avuto inizio proprio con questa antica pratica che è il babywearing.

Federico è nato ad Aprile del 2018 e ho iniziato a portarlo in fascia praticamente da subito e ho vissuto emozioni uniche, esperienze indimenticabili e sensazioni così intense, tanto da condurmi a una nuova consapevolezza e presa di coscienza.
Allora ho iniziato a informarmi, a leggere, a ricercare fino a scoprire che avrei potuto trasformare la passione in professione, riuscendo poi a divulgare e promuovere la giusta pratica del portare anche ad altre mamme e papà.
Ed ecco che mi iscrivo a un corso per formarmi prima come Peer Babywearing e
successivamente a quello per diventare Consulente Babywearing.

Il 2020 ed il supporto alla genitorialità online

Le consulenze sono sempre state fatte solo in presenza ma il 2020 ha portato tutti a rivedere bisogni e modalità differenti per soddisfarle e cosi al primo lock down mi sono subito impegnata a studiare un nuovo approccio alla consulenza che potesse essere perfetta e adattabile anche a distanza, anche in modalità online.

Il babywearing entra in gioco proprio in questo momento, quello del primissimo post parto, quello in cui mamma e bambino devono conoscersi e accompagnarsi rispettivamente all’interno di un nuovo mondo.

Offerta personalizzata sui tuoi bisogni

Ho sperimentato e ha funzionato, ora ho differenziato l’offerta e posso proporti diverse tipologie di consulenze: posso raccontarti quale sia l’importanza del contatto e di come il babywearing potrebbe rivelarsi un valido aiuto nella tua modalità di accudimento del tuo cucciolo, posso parlarti della fisiologia del portare, dei suoi benefici sia dal punto di vista fisico che psicologico, posso spiegarti come scegliere il giusto supporto e come indossare al meglio il tuo bambino nel pieno rispetto di logiche ergonomiche che pongono al centro il benessere di portato e portatore.

Altri percorsi

Ho poi anche seguito il percorso per approfondire il delicato tema dell’allattamento, diventando Peer Allattamento, ma qui la strada è ancora tutta da scoprire perché l’argomento è vasto e intenso.
Ma c’è dell’altro!

Durante la gravidanza ho ripreso a praticare Yoga e Meditazione: notavo con piacere che mi regalava molta positività e che alla fine di ogni sessione avevo la piacevole sensazione di essere riuscita a connettermi in profondità col bimbo che custodivo nel mio grembo.

Stavo meglio perché stavo prendendo del tempo per me, per noi…rallentavo, respiravo.
Prendersi cura di un bambino fin da subito significa prendersi cura della sua mamma, del suo corpo ma anche e soprattutto della sua spiritualità, in modo da portarla a vivere in maniera più consapevole questo importantissimo momento della sua vita.

Tutto questo, mi porta a intraprendere (novembre 2019) anche la formazione come insegnante di Yoga in gravidanza e post parto. Si perché come dicevo all’inizio non contano solo i mesi di gestazione ma anche quelli immediatamente dopo, per lo meno quelli relativi all’endogestazione che viene sempre sottovalutata.
Con lo yoga però ho fatto una scelta diversa: ho deciso di non andare online se non con qualche audio di rilassamento o esercizi di respirazione.

Dal momento che i bambini sono il fulcro attorno ai quali sta prendendo a girare il mio nuovo mondo, non poteva mancare una breve formazione che mi desse un’infarinatura del metodo Gordon e un’altra dedicata quindi alla pedagogia,
all’educazione e alla comunicazione empatica coi nostri piccoli – con annesso approfondimento del Metodo Montessori.

Prendersi cura di un bambino fin da subito significa prendersi cura della sua mamma, del suo corpo ma anche e soprattutto della sua spiritualità in modo da portarla a vivere in maniera più consapevole questo importantissimo momento della sua vita.

Il 2020 è stato decisamente un anno particolare per tutti noi, difficile e tosto da affrontare sotto più punti di vista ma nel mio piccolo sono contenta di essere comunque riuscita a portare avanti – ultimandole – tutte le formazioni che mi ero
prefissata di fare.

Mi riferisco al percorso per diventare Operatrice Cantami O Mamma (febbraio 2020), e prendendo ispirazione da questo corso ho voluto creare un mio per-corso online che lo riprendesse e ampliasse.

A maggio 2020 mi certifico come Referente BabyBrains® entrando cosi nella grande famiglia de Il Parto Positivo; anche in questo caso attivo da subito i percorsi online che partono mensilmente e su richiesta.

E adesso, a fine di questo 2020, inizio finalmente la formazione come Puericultrice perché io voglio curarmi dei più piccoli di casa, aiutando i genitori nella gestione e nella loro comprensione favorendo e promuovendo il bonding da quanto prima possibile.

Potrete quindi contare su di me anche per farvi consigliare su qualche lettura o magari per organizzare assieme dei Book Party anche su specifiche tematiche. Anche qui, c’è un mondo di possibilità tutte da esplorare e non vedo l’ora.

Ah dimenticavo! Il 10.12.2020 è uscito il mio libro dedicato appunto al babywearing “Cuore a cuore, vivere il babywearing”, con prefazione di Giorgia Cozza e postfazione di Daniele Marzano, noto come @guidasenzapatente sui social.

Ad oggi sono di fatto una Consulente Babywearing, posso raccontarti quale sia l’importanza del contatto e di come il babywearing potrebbe rivelarsi un valido aiuto nella tua modalità di accudimento del tuo cucciolo; ti parlerò della fisiologia del portare, dei suoi benefici sia dal punto di vista fisico che psicologico, ti spiegherò come scegliere il giusto supporto e come indossare al meglio il tuo bambino nel pieno rispetto di logiche ergonomiche che pongono al centro il benessere di portato e portatore.

Il mio desiderio è quello di prenderti per mano e affiancarti durante questi mesi tanto catartici quanto unici e irripetibili, permettimi di accompagnarti lungo il percorso che ti condurrà al nascere madre, dammi modo di contribuire e di
supportarti con le mie conoscenze, la mia esperienza e il mio entusiasmo.

Onorata e infinitamente grata a tutti coloro che hanno creduto in me, da subito, ma di questo te ne parlo meglio nel blog che ti invito a leggere qualora fossi interessata.

Intanto io ti ringrazio di avermi dedicato del tempo e ti ricordo che possiamo rimanere in contatto tramite la newsletter (all’iscrizione avrai anche modo di ricevere delle risorse gratuite), e puoi anche aggiungermi sui social FaceBook e
Instagram.

Ti aspetto li!

Contattami

    Acconsento al trattamento dei miei dati come da Privacy Policy